Nel 500esimo anniversario della nascita di Leonardo, rievocazioni ed eventi sul porto e cena al Museo della Marineria.

Dall’appennino al mare, la Brigata del Diavolo traghetta la cucina d’eccellenza nei luoghi magici della Romagna, dove storia, arte, cultura, paesaggio, disegnano il profilo di un territorio di straordinarie risorse ed esperienze di cui ad ogni evento, gli ospiti, diventano scopritori ed artefici.

A 500 anni dalla morte di Leonardo, Cesenatico, il 30 agosto ospiterà una rievocazione che interseca la storia del grande inventore con quella del piccolo borgo marinaro, con visite guidate ai siti di maggior interesse storico-artistico.
Leonardo, il suo genio e le sue invenzioni avranno richiami anche nella cena d’ inconsueta attrattiva. 5 cuochi di grande talento e un panificatore di rara bravura animeranno la serata con un aperitivo nella Piazza delle Conserve e la degustazione sul porto canale nel piazzale antistante il Museo della Marineria.

I cuochi della Brigata per l’evento di Cesenatico del 30 Agosto

Omar Casali – Marè – Cesenatico
Gianluca Gorini – daGorini – San Piero in Bagno
Piergiorgio Parini – Cuoco cercatore
Errico Recanati – Andreina – Loreto
Eugenio Boer – Bu:r – Milano
Lorenzo Cagnoli – Panificio Pasta Madre – Rimini

Dalle 17:30 visite guidate al Museo della Marineria, casa Moretti, Teatro Comunale, Monumento a Garibaldi, Piazza delle Conserve.
Aperitivo ore 19:45 Piazza delle Conserve
Cena ore 20:30 Porto Canale – Museo della Marineria

MENU
Pomodori al sugo
Alici marinate, cetrioli, friggitelli, aceto di riso e grani di senape

Risotto al pomodoro cozze scoppiate alla brace ed erba cedrina
Cappelletti di cipolla macis alloro e salsiccia

Lasciami entrare…anguilla funghi caffè
Spiedo di lattuga,secreto alla brace e aceto affumicato

Semifreddo allo squacquerone, fichi, noci ed infuso di limone
In abbinamento selezione di vini di produttori di Modigliana e dei Colli di Rimini

*”Secreto”  è un taglio pregiato di un maiale iberico

 

Programma

La visita al “borgo di pescatori”
Cesenatico è, prima di ogni altra cosa, un borgo di pescatori cresciuto intorno al suo porto canale, casa delle barche e autentica anima del paese. Spetta oggi al Museo della Marineria conservare questa importante “memoria intangibile” e l’insieme dei saperi ad essa correlata.

Il Museo della Marineria di Cesenatico è il principale museo marittimo italiano dedicato a barche tradizionali e da lavoro e uno dei pochi presenti in questo campo in Europa e nel Mediterraneo. Ideato nel 1977 e realizzato a partire dai primi anni ’80, il Museo di Cesenatico è stato un pioniere nel campo del recupero e valorizzazione delle barche d’epoca e delle tradizioni marittime. Il Museo è costituito da una Sezione Galleggiante, situata nel tratto più antico del porto canale che ospita dieci imbarcazioni tradizionali dell’Adriatico – di cui una, il grande Trabaccolo da trasporto Giovanni Pascoli, classe 1936, visitabile nel periodo estivo -, e da una Sezione a Terra, inaugurata nel 2005, con un moderno allestimento e nuovi servizi e attività offerti al pubblico e alle scuole. A queste si aggiunge anche una sezione navigante formata da un trabaccolo, un bragozzo e un cutter da spiaggia, che mantengono vive anche le antiche pratiche e saperi dell’andar per mare. Nel porto canale di Cesenatico, inoltre, il Museo della Marineria ha promosso la realizzazione di un’area di ormeggio riservata alle piccole barche tradizionali di proprietà privata, che hanno così dato vita ad una ulteriore estensione navigante e “vivente” del museo, il “Porto delle Vele”.

Casa Moretti
A pochi passi dal Museo della Marineria, troviamo Casa Moretti, casa natale del poeta e scrittore Marino Moretti, donata al Comune di Cesenatico nel 1980, e divenuta oggi un’importante casa museo e un centro di studi sulla letteratura del Novecento.

Teatro Comunale
Sulla riva sinistra del porto-canale, dietro a Casa Moretti, il percorso continua con piccolo gioiello di architettura ottocentesca, il Teatro comunale, sorto nel 1865 su progetto dell’ingegnere Candido Panzani. Degno di nota il velario raffigurante il Duca Valentino a colloquio con Leonardo da Vinci ad adornare il palcoscenico.

Garibaldi
A pochi passi dal Teatro, la p.zza Pisacane con il monumento a Garibaldi, realizzato da Tullo Golfarelli nel 1885, che ricorda lo storico passaggio dell’eroe dei due mondi a Cesenatico nell’agosto del 1849, diretto a Venezia e braccato dagli Austriaci.

P.zza delle Conserve
Ultima tappa presso P.zza delle Conserve che, a seguito di un capillare intervento di recupero dell’area con il restauro di alcune delle antiche “conserve” per la mantenimento dei generi alimentari, è oggi divenuta l’autentico cuore del centro storico.

Leonardo
All’interno della suggestiva cornice di P.zza delle Conserve, un momento conviviale dedicato a Leonardo da Vinci e al suo celeberrimo passaggio a Cesenatico nel 1502 quando, per conto di Cesare Borgia, eseguì il noto rilievo del porto canale che tuttavia vantava già, all’epoca, due secoli di vita.

cena con gli chef
Le altre tappe del gusto
Top